Secondo match ball: a Castel San Pietro per chiudere il discorso salvezza

meta gasparini

La salvezza, visto anche l’alto tasso qualitativo di gioco espresso nelle ultime uscite, non è mai stata messa in discussione ma si sa che finché a dirlo ufficialmente non è la matematica non si può star tranquilli.

Ecco perché la sfida di domenica prossima in casa del Castel San Pietro, gara che arriva dopo la pausa pasquale, diventa fondamentale per il Fano Rugby per chiudere senza se e senza ma il discorso permanenza in C1 e poter festeggiare così con i propri tifosi domenica 5 maggio quando in casa si giocherà l’ultima partita dell’anno.

Avversario di turno sarà appunto il Castel San Pietro (ore 15.30), squadra già retrocessa in C2 ma che anche nell’ultima sfida interna persa contro l’Anconitana ha onorato fino in fondo il match e il campionato. Attualmente sono 6 i punti di vantaggio del Fano rispetto alla stessa Anconitana, squadra che occupa la penultima piazza e che, finisse così il campionato, finirebbe in C2 insieme ai castellani.

“Ultimamente stiamo fornendo ottime prestazione – spiega il tecnico Walter Colaiacomo – e l’intenzione è quello di dare seguito a queste performance. Ovvio che cercheremo la vittoria per non dipendere così dagli altri campi ma lo faremo senza snaturare il nostro sistema di gioco e dando spazio anche a chi finora ha giocato meno ma si è comunque sempre impegnato negli allenamenti”.

Indipendentemente dal risultato che scaturirà dalla sfida del campo “Casatorre” di Castel San Pietro, la salvezza per il Fano potrebbe arrivare anche grazie a risultati favorevoli dagli altri campi dove si gioca per la 9^ giornata della pool salvezza Ravenna (18)-Macerata (34) e Anconitana (15)-Faenza (28). Una sconfitta del Fano infatti sarebbe assolutamente indolore in caso di una vittoria del Faenza al Nelson Mandela di Ancona.

Domenica 28 aprile a scendere in campo sarà anche l’Under 16 che riceve in casa l’Ancona (ore 11)  dopo la buona prestazione al torneo del sei regioni.

Esame di maturità: battere il Faenza per ipotecare la salvezza

Faenza-Fano2

Due vittorie consecutive mancano da ottobre (prima e seconda giornata della regular season) e forse questo è il momento della stagione in cui occorre dare una prova di maturità. Il Fano Rugby si prepara alla sfida valida per la settima giornata dei play out salvezza con la consapevolezza che una vittoria domenica contro il Faenza vorrebbe dire salvezza praticamente in tasca, aldilà di clamorosi colpi di scena nel finale di campionato.

Al Falcone-Borsellino (inizio ore 15.30) due sono gli obiettivi ben chiari nella mente dei tecnici Walter Colaiacomo e Franco Tonelli: il primo è dare continuità alla vittoria di domenica contro l’Anconitana ed avvicinarsi quindi in maniera fondamentale alla salvezza, il secondo è riscattare l’opaca performance dell’andata quando i rossoblù regalarono un tempo agli avversari riuscendo a conquistare il solo punto di bonus.

“E’ il momento – spiega Colaiacomo – di dimostrare che di testa ci siamo. Avremo dalla nostra il fattore campo e quindi il supporto dei nostri calorosissimi e fedelissimi tifosi per cui le condizioni per fare bene ci sono tutte. Tante volte durante la stagione siamo ‘caduti’ ad un passo dal più bello e domenica avremo l’occasione per fare quel salto di qualità al quale manca davvero poco. Il fatto poi che una vittoria potrebbe valere la salvezza quasi matematica sarà sicuramente una spinta in più”.

Se battere Faenza è infatti l’obiettivo numero uno, è anche vero che una mano alla permanenza in C1 del Fano potrebbe arrivare anche dagli altri campi. Anconitana e Castel San Pietro infatti, che attualmente occupano gli ultimi due punti in classifica e che quindi sembrano le principali indiziate a salutare la categoria, giocheranno rispettivamente in casa di Ravenna (terza) e Macerata (prima) pertanto un’eventuale loro doppia sconfitta, unita alla vittoria del Fano, potrebbe voler dire +15 dalla zona rossa e quindi permanenza in categoria praticamente ad un passo.

Ad anticipare la sfida della prima squadra sarà l’under 16 che domenica alle 11 ospiterà l’Ascoli mentre l’Under 12 sabato alle 16 sarà di scena a Fabriano.