Il Fano Rugby piegato dal cinismo della capolista. Ma la corsa ai play off continua

_IMG7926

L’esperienza di saper gestire al meglio certe situazione e quel pizzico di malizia che si acquisisce solo giocando spesso certe partite. E’ mancato forse questo ieri al Fano Rugby per fare bottino pieno nella gara valida per l’ottava giornata del campionato di serie C1, una sfida che ha visto scendere a Fano la capolista Forlì.

Un avversario forte e che all’andata aveva messo alle corde i fanesi che invece ieri per larghi tratti hanno giocato alla pari contro gli avversari coltivando anche la possibilità di fare il colpaccio salvo poi vederla svanire per un’ingenuità commessa a metà della ripresa, proprio nel momento migliore dei padroni di casa e di maggior affanno degli ospiti.

Il 27-43 con cui il Forlì ha espugnato il Falcone-Borsellino non impedisce comunque ai ragazzi del presidente Giorgio Brunacci di continuare a sognare la promozione che si giocherà tutta domenica prossima quando sempre nell’impianto di Via Tomassoni arriverà la Polisportiva Abruzzo che ha fatto il suo dovere battendo il fanalino di coda U.R. Anconitana scavalcando di un punto il Fano.

Tornando alla sfida di ieri al Fano va riconosciuta una grande generosità ma al tempo stesso ha confermato come ancora ai ragazzi di Walter Colaiacomo e Franco Tonelli manchi quel pizzico di brillantezza in più nel leggere alcuni momenti topici della partita, cosa che invece non è mancata agli avversari che hanno saputo approfittare alla grande degli errori dei locali.

“A parte questo – spiega lo stesso Colaiacomo – non ho nulla da rimproverare ai miei ragazzi. Sono stati bravi a restare in partita nel primo tempo (10-22, ndr) e a rimetterla in piedi nel secondo segnando nello stretto giro di posta due mete che hanno mandato in tilt il Forlì. Purtroppo poi, nel nostro momento migliore, abbiamo perso una brutta palla in difesa e gli ospiti ne hanno approfittato portando l’inerzia della gara a loro favore. A questo punto però, nonostante mentalmente eravamo a terra, siamo riusciti a risollevarci e a trovare la meta a 5 dal termine che ci ha fatto conquistare il punto bonus che potrebbe essere determinante ai fini del proseguo del campionato”.

Il bicchiere è dunque mezzo pieno in casa Fano Rugby e per la sfida di domenica prossima contro la Polisportiva Abruzzo ci si attende un Falcone-Borsellino sold out per spingere la formazione di casa ad un traguardo fin qui mai raggiunto, ovvero la disputa dei play off per salire in serie B.

Per la cronaca, le mete di ieri del Fano sono stati siglate tutte da Mathias Canapini più una meta tecnica e un calcio di punizione e una trasformazione di Stefano Rossolini.

_IMG7910 _IMG7924

Comments are closed.